/ / /

Servizio Pubblico
16 dicembre 2015 | di

Esclusivo Servizio Pubblico – Funghi, infezioni e morti: ecco come vengono allevati i conigli da carne

Nuove immagini esclusive di Servizio Pubblico degli investigatori sotto copertura per Lav e Animal Equality, che ci mostrano la realtà di allevamenti ultra-intensivi di conigli da carne: animali con funghi alla pelle e infezioni alle orecchie non curati, in gabbie fianco a fianco con quelli morti, lanciati in aria per entrare nelle gabbiette di trasporto che li porteranno al macello. L’Italia è il primo produttore europeo di carne di coniglio e il consumo di carne pro capite è alto: 2,6 kg, contro una media europea di 1,5. Eppure non esiste una legislazione specifica per gli allevamenti di coniglio e le condizioni in cui sono costretti a vivere questi animali sono precarie: quasi uno su tre muore prima di raggiungere le dodici settimane, l’età in cui vengono macellati. Qui la campagna delle due associazioni: www.coraggioconiglio.it (qui la prima puntata dell’inchiesta sugli allevamenti intensivi dei conigli)

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×