/ /

Cronaca
2 agosto 2015 | di

Sicilia, apre la strada finanziata dal M5S: “Ripida ma fa risparmiare tempo”

Una pendenza che arriva al 27 percento, il limite di velocità fissato a venti chilometri orari, la carreggiata che in alcuni tratti si restringe ad un’unica corsia, e il divieto di transito per i mezzi pesanti. Nonostante tutto è un esordio affollato quello della Trazzera di Caltavuturo, la strada finanziata dai deputati del Movimento 5 Stelle all’Assemblea regionale siciliana. “La salita è molto ripida, ma la strada comunque è migliore rispetto alle alternative”, dicono alcuni automobilisti. Dopo il crollo del pilone del viadotto Himera sull’autostrada 19, che ha spezzato in due la Sicilia, bisognava arrampicarsi sulle Madonie e passare dal piccolo comune di Polizzi Generosa per raggiungere la parte orientale dell’isola: una deviazione che allungava i tempi di percorrenza di almeno un’ora. “Adesso si risparmiano un po’ di chilometri e almeno mezz’ora di tempo”, spiega un altro automobilista, mentre l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pizzo aveva bollato la strada dei Cinque Stelle come “pericolosa”. “Onestamente avevo più paura a prendere la strada per Polizzi”, spiega una viaggiatrice. “Certo – continua – dopo mesi sarebbe ora che riparassero il ponte sull’autostrada”. Per i lavori sulla Trazzera, i deputati del Movimento 5 Stelle hanno donato 300 mila euro, provenienti dai soldi accantonati dopo essersi tagliati lo stipendio. La Trazzera è stata battezzata come “via dell’Onestà“, mentre qualche polemica ha suscitato la scelta di marchiare la strada con il simbolo dei cinque stelle impresso sulla carreggiata.

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 100 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questo limite per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi ai Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Ti comunichiamo inoltre che tutti commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×