/ /

Cronaca
14 febbraio 2015 | di

Napoli, suore fanno sgomberare 35 occupanti: “Trovino altro ordine religioso”

Sono le sei del mattino di mercoledì 11 febbraio, gli uomini della Questura di Napoli irrompono nell’ex scuola media Belvedere e sgomberano 35 occupanti, in tutto nove famiglie, tra cui cinque minori e sette extracomunitari. Sembra una scena già vista, a Napoli e nelle altre città italiane: da una parte i comitati, dall’altra le forze dell’ordine. Rabbia, tensione e insulti. La novità è che lo stabile sgomberato è di proprietà dell’Ordine delle suore del Buon Pastore frutto di una donazione vincolata a uso sociale. “A me dispiace, ma io non mi metto in mezzo. Roma sa già quello che deve fare”, dice una suora che continua: “Se vogliono, queste famiglie si rivolgano ad un altro ordine religioso”. Intanto l’edificio potrebbe anche essere venduto e a niente sono servite le mediazioni della curia partenopea e di Don Tonino Palmese. “Ci troviamo di fronte ad un paradosso – dice il sacerdote – a me il fatto non piace, ma forse non mi piacerebbe neppure che qualcuno venisse a occuparmi la casa”. Intanto le 35 persone sono state trasferite, grazie all’intervento dell’amministrazione partenopea, in un albergo ad Agnano  di Veronica Bencivenga e Fabio Capasso

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 24 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×