/ /

Diritti
18 gennaio 2015 | di

Convegno sulla famiglia a Milano, incursione di uno studente fischiato e cacciato

Il pubblico e i relatori del convegno sulla difesa della famiglia tradizionale, che si è svolto a Milano organizzato dalla Regione Lombardia, hanno riservato un’accoglienza particolare a un giovane studente di 22 anni che è salito sul palco per fare una domanda. Sotto una pioggia di insulti Angelo Antinori, questo è il suo nome, è riuscito solo a dire: “Nessuno di voi sa se ha un figlio eterosessuale o no”. Poi è stato allontanato dalla sicurezza. Ai cronisti ha poi spiegato: “Volevo solo fare una domanda in un convegno senza contraddittorio, dove temi complessi come l’omosessualità sono presentati con troppa semplicità”  di Alessandro Madron

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×