/ /

Cronaca
24 aprile 2014 | di

Magherini morto dopo l’arresto. Manconi: “Da Carabinieri comportamenti illegali”

Approda in Senato la vicenda della strana morte di Riccardo Magherini, l’ex calciatore della Fiorentina che nella notte tra il 2 e il 3 marzo è morto per strada, a Firenze, dopo essere stato fermato dai Carabinieri. Nell’aula intitolata ai caduti di Nassyriya, il senatore Luigi Manconi e il nuovo legale della famiglia – Fabio Anselmo, lo stesso che ha seguito i casi Cucchi, Aldrovandi e Uva – dipingono una realtà sconcertante. Il paragone con gli altri casi citati è proposto fin da subito, con Manconi che parla di “abusi di Stato” e di comportamenti delle forze dell’ordine che dal video mostrato appaiono “illegali”. Durante la proiezione del video, già agli atti della Procura, schiarito e reso intellegibile grazie al lavoro dei legali, Guido Magherini, padre di Riccardo presente alla conferenza insieme al fratello Andrea, non trattiene le lacrime. E in chiusura è lui a fare un appello a Matteo Renzi perché sia fatta chiarezza sulla strana morte di un suo concittadino  di Manolo Lanaro e Luca Pisapia

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×