/ /

Cronaca
28 dicembre 2013 | di

Malata difende test su animali: le augurano di morire. Lei risponde in un video

“Vi faccio vedere come si vive con le mie malattie. E, dopo gli oltre 30 auguri di morte e oltre 500 offese, chiedo che il Partito animalista europeo, la Lega antivivisezione (Lav) e l’ex ministro Michela Vittoria Brambilla si dissocino da tali auguri”. Questa la risposta video che Caterina Simonsen, studentessa di Veterinaria all’Università di Bologna di 25 anni, colpita da 4 malattie generiche rare, ha postato su  Facebook dopo aver fatto scatenare la rabbia di alcuni animalisti in rete. La storia è nota. Negli scorsi giorni la ragazza ha pubblicato, sempre sul social network, una foto che la ritrae con un respiratore che le copre la bocca e in mano un cartello a favore della ricerca scientifica sugli animali:  “Se sono ancora in vita è grazie alla vera ricerca, che include la sperimentazione animale, altrimenti sarei morta a 9 anni”. Ora Caterina nel video sottolinea: “Io metto a nudo la mia realtà, perché voi capiate che l’unica mia colpa in tutto ciò sia stata curarmi senza uccidere nessuno direttamente”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 100 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questo limite per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi ai Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Ti comunichiamo inoltre che tutti commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×