/ /

Lavoro & precari
15 marzo 2013 | di

Lavoro, perché non funziona la riforma Fornero? Rivedi lo speciale con Iacona

A nove mesi dal varo della riforma Fornero sul lavoro, quale è lo stato dell’occupazione nel nostro Paese? Chi ne ha beneficiato tra le categorie e chi invece i più penalizzati? Una riforma nata per abbassare il tasso di precariato e facilitare così l’assunzione a tempo indeterminato. Le cose, però, stanno andando diversamente. I contratti precari, infatti, non sono diminuiti, ma sono aumentati, sfondando il tetto di tre milioni di lavoratori atipici. Presadiretta dedicherà oltre due ore in prima serata domenica 17 marzo (21,30 su Rai3) alla ‘Controriforma‘ Fornero. Ci porterà in mezzo ai precari, laureati e iscritti agli albi dei professionisti, avvocati, ingegneri, architetti, medici, sfruttati, senza contratto , con finte partite iva e pagati quattro soldi. Ne abbiamo discusso sulla web-tv de ilfattoquotidiano con Riccardo Iacona. Per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #Iacona #Lavoro
RIVEDI LO STREAMING

 

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×